Poltrona Frau 1919

Poltrona Frau 1919

Una cucina pensata per chi la vive

La poltrona “1919”, così chiamata dalla data di disegno, porta in realtà negli archivi il codice “128”. Pare fosse stata progettata da Renzo Frau su misura per Filiberto Ludovico di Savoia, duca di Pistoia. Nonostante la committenza specifica, divenne uno dei primi e maggiori successi di pubblico di Poltrona Frau.

Reinterpretazione del classico modello a bergère, la “1919” aggiunge, rispetto alle sue progenitrici, la forza del caratteristico capitonné, utilizzato per lo schienale. Altre particolarità sono l’aggiunta di un particolare allungo per l’appoggio dei piedi e un piccolo leggio a braccio opzionale, destinato a sorreggere il portacenere del duca, celebre fumatore di sigari.

La poltrona “1919” è in serie numerata. La struttura portante è in massello di faggio stagionato. Il molleggio di sedile, schienale e braccioli è ottenuto con molle biconiche in acciaio legate a mano e fissate su cinghie di juta. L’imbottitura del sedile è in crine gommato, mentre schienale e braccioli sono in crine vegetale modellato a mano. Il cuscino del sedile è in piuma d’oca. Il disegno dello schienale è ottenuto con una lavorazione manuale capitonné. La finitura delle ruote e delle parti metalliche (braccio porta piattino, posacenere e targhetta numerata) può essere dorata o canna di fucile. La poltrona “1919” è disponibile in due versioni: senza piattino e con piattino posacenere o porta calice (entrambi montabili a destra o a sinistra).

Dettagli

PRODUTTORE:

Lago

Galleria

Privacy Policy Cookie Policy